Seleziona una pagina

Centro Prova Autoveicoli, Bologna [IT]

Verifiche sismiche di livello “2”, progettazione preliminare e definitiva dei lavori di adeguamento sismico dei fabbricati facenti parte del complesso.

Il complesso in esame è stato realizzato nel 1985 con lo scopo di accertare l’idoneità alla circolazione dei veicoli a motore e dei loro dispositivi componenti. L’intero complesso si compone di cinque corpi strutturali distinti, un edificio di tre piani fuori terra destinato ad uffici, un corpo scala e ascensore, due laboratori di prove A e B giuntati – il primo di due piani, di cui uno interrato, ed il secondo monopiano – e due rampe per prove di spunto a diverse pendenze, al di sotto delle quali sono presenti locali per il ricovero delle apparecchiature impiegate sulle piste. Le strutture in elevazione del fabbricato destinato a uffici e dei laboratori A e B sono realizzate interamente con elementi prefabbricati. In particolare sono presenti pilastri in c.a.v. monolitici completi di mensole e capitelli che si sviluppano per tutta l’altezza degli edifici, travi in c.a.p., solai realizzati in tegoli con sezione ad omega in c.a.p. e cappa armata dello spessore di 8-10 cm ad eccezione delle coperture dei laboratori. Le fondazioni sono del tipo diretto per l’edificio adibito a uffici e per il corpo scala, di tipo profondo per i laboratori A e B e le rampe di spunto.
Per procedere alle verifiche sismiche di livello “2” è stata analizzata la documentazione disponibile, effettuati sopralluoghi ed eseguito il rilievo delle strutture. Dalle analisi effettuate, oltre a riscontrare la presenza di alcune discordanze strutturali rispetto a quanto riportato nel progetto originario, è stata appurata l’assenza di unione tra gli elementi strutturali orizzontali e verticali (collegamento trave-pilastro) tale da garantire il trasferimento degli sforzi in regime dinamico, causa più frequente di danneggiamento negli edifici prefabbricati a seguito di azione sismica.

Committente: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Provv. OO.PP. Lombardia ed Emilia Romagna – Sede di Bologna
Importo lavori: € 310.140,58
Categorie: S.03
Progettista incaricato: ing. Antonio Ambrosi
Periodo di svolgimento: 2013 – 2014
Grado di realizzazione: servizio completato

Rilievo strutturale – Piano primo

Vista dell’ingresso – Corpo uffici

Vista dell’interno – Capannone B

La campagna diagnostica eseguita ha visto la realizzazione di indagini su materiali e strutture, quali indagini magnetometriche, prelievi di carote di calcestruzzo e di barre di armatura per prove di laboratorio, indagini sclerometriche, prove SPT, perforazioni di sondaggio nel terreno, profili Masw e installazione di una stazione di misura passiva H.V.S.R..
La determinazione dell’azione sismica è stata eseguita ai sensi delle NTC 2008 e rappresentata attraverso uno spettro di risposta elastico. La modellazione matematica agli elementi finiti dello stato di fatto e successivamente dello stato di progetto è stata effettuata con l’ausilio del programma di calcolo strutturale “SismiCad”.
Le analisi di vulnerabilità sismica hanno evidenziato la necessità di interventi di adeguamento sismico per le strutture dei capannoni A e B e del corpo uffici. In particolare sono stati previsti interventi su nodi, pilastri e coperture quali l’inserimento di sistemi meccanici di collegamento con piastre ed angolari fissati con barre filettate o tramite tasselli agli elementi strutturali, l’apposizione di materiale composito (CFRP) in fasce verticali e orizzontali per il rinforzo di alcuni pilastri e in ultimo l’inserimento di una cappa armata sulle coperture che ne sono risultate prive al fine di ottenere risultati migliori di risposta sismica.

Nodo trave-pilastro – Capannone A

Corpo uffici

Capannone A

Modello matematico agli Elementi Finiti

Capannone B

Tabelle dei risultati dell’azione sismica di 2° livello ante e post interventi

Intervento di rinforzo dei nodi con piastre e barre filettate – Tipo 1

Intervento di rinforzo sui pilastri con CFRP – Tipo 2

Centro Prova Autoveicoli, Bologna [IT]

Verifiche sismiche di livello “2”, progettazione preliminare e definitiva dei lavori di adeguamento sismico dei fabbricati facenti parte del complesso.

Committente: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Provv. OO.PP. Lombardia ed Emilia Romagna – Sede di Bologna
Importo lavori: € 310.140,58
Categorie: S.03
Progettista incaricato: ing. Antonio Ambrosi
Periodo di svolgimento: 2013 – 2014
Grado di realizzazione: servizio completato

Il complesso in esame è stato realizzato nel 1985 con lo scopo di accertare l’idoneità alla circolazione dei veicoli a motore e dei loro dispositivi componenti. L’intero complesso si compone di cinque corpi strutturali distinti, un edificio di tre piani fuori terra destinato ad uffici, un corpo scala e ascensore, due laboratori di prove A e B giuntati – il primo di due piani, di cui uno interrato, ed il secondo monopiano – e due rampe per prove di spunto a diverse pendenze, al di sotto delle quali sono presenti locali per il ricovero delle apparecchiature impiegate sulle piste. Le strutture in elevazione del fabbricato destinato a uffici e dei laboratori A e B sono realizzate interamente con elementi prefabbricati. In particolare sono presenti pilastri in c.a.v. monolitici completi di mensole e capitelli che si sviluppano per tutta l’altezza degli edifici, travi in c.a.p., solai realizzati in tegoli con sezione ad omega in c.a.p. e cappa armata dello spessore di 8-10 cm ad eccezione delle coperture dei laboratori. Le fondazioni sono del tipo diretto per l’edificio adibito a uffici e per il corpo scala, di tipo profondo per i laboratori A e B e le rampe di spunto.

Per procedere alle verifiche sismiche di livello “2” è stata analizzata la documentazione disponibile, effettuati sopralluoghi ed eseguito il rilievo delle strutture. Dalle analisi effettuate, oltre a riscontrare la presenza di alcune discordanze strutturali rispetto a quanto riportato nel progetto originario, è stata appurata l’assenza di unione tra gli elementi strutturali orizzontali e verticali (collegamento trave-pilastro) tale da garantire il trasferimento degli sforzi in regime dinamico, causa più frequente di danneggiamento negli edifici prefabbricati a seguito di azione sismica.

Rilievo strutturale – Piano primo

Vista dell’ingresso – Corpo uffici

Vista dell’interno – Capannone B

Nodo trave-pilastro – Capannone A

La campagna diagnostica eseguita ha visto la realizzazione di indagini su materiali e strutture, quali indagini magnetometriche, prelievi di carote di calcestruzzo e di barre di armatura per prove di laboratorio, indagini sclerometriche, prove SPT, perforazioni di sondaggio nel terreno, profili Masw e installazione di una stazione di misura passiva H.V.S.R..
La determinazione dell’azione sismica è stata eseguita ai sensi delle NTC 2008 e rappresentata attraverso uno spettro di risposta elastico. La modellazione matematica agli elementi finiti dello stato di fatto e successivamente dello stato di progetto è stata effettuata con l’ausilio del programma di calcolo strutturale “SismiCad”.
Le analisi di vulnerabilità sismica hanno evidenziato la necessità di interventi di adeguamento sismico per le strutture dei capannoni A e B e del corpo uffici. In particolare sono stati previsti interventi su nodi, pilastri e coperture quali l’inserimento di sistemi meccanici di collegamento con piastre ed angolari fissati con barre filettate o tramite tasselli agli elementi strutturali, l’apposizione di materiale composito (CFRP) in fasce verticali e orizzontali per il rinforzo di alcuni pilastri e in ultimo l’inserimento di una cappa armata sulle coperture che ne sono risultate prive al fine di ottenere risultati migliori di risposta sismica.

Corpo uffici

Capannone A

Capannone B

Modello matematico agli Elementi Finiti

Tabelle dei risultati dell’azione sismica di 2° livello ante e post interventi

Intervento di rinforzo dei nodi con piastre e barre filettate – Tipo 1

Intervento di rinforzo sui pilastri con CFRP – Tipo 2